"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

PC

Ultimamente uno dei miei passatempi preferiti è il P.C. – Prendere Coscienza. Credo che non passi settimana ormai in cui io non prenda il mio moleskine-della-dannazione e non ci scriva su qualcosa del tipo “Basta, da adesso si cambia!”.
Non è che poi non lo faccia… è che evidentemente non dura se io non me lo ripeto ad oltranza giorno dopo giorno, smaronamento dopo smaronamento.
Patisco un po’ il mal di testa, per via del ciclo, per via del caldo, per via della postura vergognosa che tengo al lavoro; al che mi sono detta che se non posso stare al 100% fisicamente, almeno psicologicamente/emotivamente/spiritualmente posso cercare di metterci una pezza. Di qui il mio PC di stamattina.

Mi sono svegliata con il gatto che mi veniva incontro per strusciarsi contro i miei stinchi, e la cosa bella è che io non ho un gatto, è quello della vicina. A volte capisci veramente che se il tuo destino è quello di essere circondata dalle bestie alla fine tutto trova la maniera di realizzarsi. Yuri è a spasso con i suoi compagni d’arme ed è stato con un certo godimento che ho declinato l’invito ad unirmi a loro per scattare qualche foto di backstage, nonostante la prospettiva succulenta di avere accesso a certe sale del castello di Zumelle che normalmente sono chiuse al pubblico… ma oggi me lo prendo per ME. Oggi sto benone da sola, mi ha piantata anche mia madre per andare a farsi un giro in bicicletta. Peccato per il tempo, che sta peggiorando rapidamente – ieri mattina alle 11:30 era così buio e così freddo che ho chiuso la finestra e acceso la luce o_o
La situazione è quantomai propizia alle riflessioni esistenziali, alla lettura e probabilmente anche ad un toast farcito con la salsa rosa. Oh, tuona. Sarò una streghetta casalinga, con i miei grimori, il mio fedele uccellaccio grigio, il mistico serpente del potere e quella creatura leggendaria che risponde al nome di Tamaruga. Ah sì, e anche Mylo Xyloto dei Coldplay che trovo quantomai piacevole da qualche giorno a questa parte. Oh, diluvia.
Continuo a sgranare il bracciale della Trollbeads come se fosse un rosario e perdo il filo del discorso.

Giovedì sera eravamo a casa di Nicoletta per la luna nuova, abbiamo cominciato un ciclo di meditazioni per cercare di associare ad ognuno di noi una serie di pietre con cui fabbricare poi un braccialetto. E’ stato stimolante, non vedo l’ora che sia il mio turno per scoprire che razza di cristalli vedano in me le mie comari.
E poi Yuri si scandalizza quando scopre che ognuna di noi si tiene in borsa il proprio sacchettino-medicina😄

Una Risposta

  1. CeleTheRef

    da me si sta a rovescio in quanto a gatti: ho una gatta nera che zitta zitta se ne va dai vicini perchè non hanno animali e perchè… mangia meglio ^_^

    23 luglio 2012 alle 12:25

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...