"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Accadde ieri

Ancora due giorni. Uno, se domani prendo coraggio e decido che è meglio prendersi ferie venerdì, visto che me ne devono liquidare parecchie e tanti soldi vogliono dire anche tante tasse. In ogni caso, per citare una frase di un vecchio libretto de Il Battello a Vapore che mi piaceva tanto quando avevo 12 anni, queste ultime battute “sono come un bagno caldo ai piedi”.

Volevo fare della polemica a proposito delle persone che si raccontano delle storie perché la loro vita fa pena ma non hanno il coraggio di ammetterlo a sé stesse. Tipo quelli che nessuno sopporta, quelli che si ritrovano immancabilmente soli, però poi te la spacciano come una scelta di vita. Ma probabilmente mi sono già sfogata su questa cosa e non voglio essere ripetitiva. Lo scrivo perché sto lanciando un segnale (disperato) a me medesima, metti mai che mi dia retta e la smetta di ascoltare/leggere fregnacce e di insultare in questo modo la mia intelligenza. Insomma, non più tardi di due giorni fa mi sono tirata le orecchie perché mi rendo conto che sto male e non sto facendo niente per farmelo passare, e adesso me ne sto qui come un’imbecille che invece di tener fede al proprio buon proposito – di seguire l’estro e fare quello che mi va di fare – spreca tempo dietro a gente che parla per tenere in moto la lingua.
Volevo scrivere, e mi sforzerò di farlo. Pena le ire funeste di Balthazar Giscard.

I miei libri sono arrivati, ma temo che di nuovo Amazon mi abbia spedito il pacco imballato con un enorme sacchetto di nylon trasparente “US mail”, perché il postino ha depositato l’avviso di giacenza e se l’è filata =___=
Fatto sta che stamani Yuri poraccio è andato fino in posta con la mia delega MA non è stato sufficiente, perché l’impiegata allo sportello voleva anche il MIO documento di identità. Ma che ca220 di senso ha? Perché al corriere non frega niente di chi riceve il pacco (non per niente chiedono soltanto di indicare un indirizzo presidiato in modo che ci sia qualcuno per prenderlo in consegna), perché i signori delle Poste al deposito dove vado di solito non mi hanno mai chiesto più di una firma… e questa spaccaballe vuole la mia carta d’identità? Per un pacco che tra l’altro porta il nome di Yuri, perché lo mando a casa sua e logicamente indico il “c/o”? Perfino per le analisi del sangue basta soltanto la delega!
Io cazzosa. Io voleva i miei libri OGGI.

Ah, comunque Buon Lughnasadh. Perché non ho scritto niente di Lughnasadh? Perché mi perdo via così??
A festeggiare siamo andati sabato pomeriggio, in Zoldo, da Sara; in realtà penso che la cosa più bella che abbia potuto portare questo sabbat sia stata una nuova forma di “coesione” tra di noi, ma l’artefice di questo non è tanto Lugh quanto – suo malgrado – quell’altro signore che comincia sempre per L. Rileggevo oggi la trascrizione della tavolata che ha postato Sara sul gruppo e devo dire che avremmo dovuto cominciare a verbalizzarle sin da subito, ci sono tante perle che meritano di essere fermate su carta. Rendono anche il tutto un pochino meno farneticante rispetto all’impressione che ne ho io quando magari vengo a rileggere il blog per capire se e quando mi sono persa qualcosa.

Poi io ho sempre e comunque i miei momenti “di solitaria”, indipendentemente da quello, ma è una delle (svariate) cose che sto aspettando che si risolvano con la fine del lavoro, quando avrò smaltito un po’ di esaurimento. Farò tanta pet therapy, sissì. Persino Lady Vashj sta cominciando a darmi delle soddisfazioni, vedo che mette fuori la testa quando io torno a casa dal lavoro; presumibilmente si starà convincendo di chiamarsi bisseeeetaaaa!
E’ più che legittimo domandarsi PERCHE’ io mi ostini a dare dei nomi ai miei animali quando è palese che poi finisca sempre così.

Una Risposta

  1. CeleTheRef

    ah ah io il mio cane alla fine lo chiamo “bauco” 😀

    2 agosto 2012 alle 22:05

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...