"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Le Cronache di Casa Giscard

La mama è partita – l’ho accompagnata in stazione io ieri mattina alle 5 e 30 – e qui la famiglia Giscard è quasi al completo. Diciamo che è al completo compatibilmente con gli spazi del tavolo della colazione e con la disponibilità dei membri a stare in posa per la foto. Yuri, ad esempio, è assai fastidioso.
Madame Giscard stamattina si è alzata, ha portato fuori la bimba che deve fare caccapipì sul prato, poi ha fatto il caffè per il Giscard che era rimasto a dormire a cinque di bastoni nonostante le performances canore di quell’altro bimbo che appena sorge il sole deve allietare il mondo con la cucaracha-la-cucaracha-ya-no-puede-caminar, e adesso sta tentando disperatamente di aggiornare il blog senza perdere il filo del discorso (se mai ne ha avuto uno).

Venerdì sera eravamo al Brintaal (vedi foto due post indietro) a sentire Alan Stivell girellando tra le bancarelle – che mi hanno peraltro lasciata piacevolmente sorpresa, da come me l’avevano descritto mi sarei aspettata di trovarne giusto due o tre, e invece… – ma sono stata brava e ho limitato molto gli acquisti (anche perché ci avevano già pelato a cena, al giapponese di Bassano). Ho comprato il pentacolino della foto e un ciondolino di vetro a forma di fiala con dentro dei fiori di lavanda, in coppia con Nikebrianna, perché ci pareva carino festeggiare così il nostro primo incontro nonché la Luna Blu, e poi un sacchettino verde con un triskell per tenerci dentro i tarocchi Druidcraft, che poverini erano stufi di stare chiusi nella vecchia scatola.

Sabato c’era la festicciUola per il compleanno di Sara… mi sono accorta (ah, che spirito di osservazione!) che adesso i video su facebook hanno anche la funzione “embed”, il che significa che posso includerli nei post senza per forza di cose caricarli su YouTube. Bravo Mark, questa volta l’hai pensata intelligente. La domanda è: PERCHE’ NON RIESCO AD INSERIRLO E SI CANCELLA OGNI VOLTA?!?!?!

Ieri pomeriggio, infine, il signor Giscard mi ha trascinato al Mussoi in Festa a vedere i “Falconieri delle Dolomiti”. Ciacole, ciacole, ciacole… c’era sua zia che pensava che avremmo preso un gufo e l’avremmo tenuto lì a casa loro.
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH.
No, seriously… ma ti pare?

Il signor Giscard ha anche detto che prendiamo una casa, appena vengono fuori le nomine per quest’anno.
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH.
Vabbe’.

Vado, pena la morte per asfissia.

2 Risposte

  1. Ecco! Vedi che a chiamarle arrivano (le case)? O per lo meno si avvicinano…

    3 settembre 2012 alle 10:11

  2. CeleTheRef

    un bel quadretto! 🙂

    6 settembre 2012 alle 12:50

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...