"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Lady of the Silver Wheel

Una prima foto del neonato altarino dedicato esclusivamente a Lei.
Ieri sera cercavo ispirazione online… niente a cui non avessi già pensato, ma mi sono imbattuta nell’invocazione che ho pubblicato nel post prima di questo (e che stamattina ho trascritto nel mio BoS) e sono rimasta colpita dalla quantità di punti in comune che ha con le mie esperienze personali.
L’allestimento, comunque, ancora non mi soddisfa proprio al 100%, ma si sistemerà con il tempo. Per sfizio, ho spulciato svariati negozietti online cercando Sue statuette o placche in bassorilievo, ma non si trova gran che, e il modello che sembra andare per la maggiore raffigura Arianrhod che regge un’enorme ruota ad otto raggi, con i suoi figli (Dylan e Lleu) inginocchiati ai suoi piedi. E’ bella, ma non mi fa impazzire… non c’è paragone con la Queen of Heaven, anche se nemmeno quella sarebbe propriamente “nelle mie corde”.
Non mi toglierò mai dalla testa la convinzione che sia stata Lei a mandarmela, e non saprei immaginare per quale altra ragione se non questa. Ha le stelle, ha la ruota, ha persino i due leoni accovacciati esattamente come l’altra ha i due bambini… è come se mi stesse dicendo “sono uguali, ma prendiamo questa, mi piace di più”.
Quando devi fare un altare ad una divinità, la prima cosa che ci metti è una rappresentazione di suddetta divinità – a volte è anche semplicemente questo, e nient’altro, la statuina & la candelina, o la statuina & un qualche altro genere di offerta votiva. Se io trovo in un emporio dell’usato una statua di una Dea delle Stelle (come Lei) che praticamente al posto del prezzo ha scritto “COMPRAMI PERCHE’ TANTO NEL RAGGIO DI CHILOMETRI NON C’E’ NESSUN ALTRO IN GRADO DI SAPERE QUANTO REALMENTE IO VALGA”che costa 14 euro anziché 100 e più… è solo perché dal cielo, letteralmente, non poteva cadere: si sarebbe rotta. Era decisamente ora di fare questa cosa e davvero adesso mi domando cosa diamine stessi aspettando; insomma, cacciare tutti i libri in un sacco e scaricarli in garage non mi ha preso più di dieci minuti.
Così è andato a posto un altro pezzettino, insomma.

Potrebbe esserci del lavoro da fare… magari è per questo che stanotte ho sognato di comprare ancora moleskine.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...