"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Way Points (come il mio libro di inglese delle medie)

Ready for chroma-key?

Good morning

Lunedì pomeriggio abbiamo girovagato un po’ alla ricerca del colore e siamo riusciti a dipingere la camera in serata… addirittura tutte e due le mani. Ci piace molto com’è venuta, era proprio quello che volevamo; abbiamo anche montato i due armadi, quelli grigio-tortora, e ci stanno bene davvero, alla fine. Non vedo l’ora di aver pronto anche il letto, con il baldacchino, le tende e tutto il resto. Abbiamo comprato anche un po’ di acrilico, se mi viene lo sghiribizzo farò dei disegni sul muro, qualcosa tipo rami e foglie, in grigio chiaro. E poi attaccherò i rami alla testiera del letto, e le lucine, e le lanternine porta-candela… e sarà fantastica ^_^

Monumentali dolori mestruali a parte, sono giorni speciali. Giorni da coppietta felice, giorni strani, giorni bellissimi. Giorni in cui prendo il caffè facendo le orecchie al catalogo Ikea quando vedo qualcosa che potrebbe interessarmi – e tra questi “qualcosa” ci sono perfino i candelieri che vorrei sulla tavola per quando faremo la prima cenetta romantica lì dentro, anche se non meritano l’orecchia sulla pagina perché ovviamente prima vengono cose più urgenti.
Pensavo che avrei fatto una festa assurda il giorno in cui avremmo messo su casa insieme, adesso non mi sembra vero e allo stesso tempo le cose si stanno evolvendo in un modo tutto naturale. Mi sento come se finalmente stessi cominciando a combinare qualcosa nella vita, come se finalmente stessi facendo qualcosa di appropriato per l’età che ho… anche se è una scemenza, anche se non vuol dire proprio niente. Però è così. C’è chi si sente grande quando finisce di studiare, quando prende il primo stipendio, quando si mette al volante di una macchina o quando riceve una carta di credito tutta sua… per me è la casa, evidentemente.

Martedì mattina ero partita per andare in ufficio anagrafe e fare il cambio di residenza, ma quando mi hanno detto che avrei dovuto rendermi reperibile al nuovo indirizzo perché entro una settimana passano – senza preavviso – a controllare che io sia effettivamente lì, ho deciso che rimanderò. Non c’è ancora una straccia di tavolino, di sedia, nemmeno il materasso del letto… come faccio a stare lì tutto il giorno ad aspettare? Seduta per terra?
Per l’Enel ho comunque 5 mesi di tempo, perciò andrò più avanti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...