"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Ah, figata

Il materasso. Finalmente è arrivato il materasso. Ho dovuto telefonare giovedì mattina in negozio per domandare che fine avesse fatto, ma almeno oggi pomeriggio ce l’hanno portato.
Adesso essenzialmente mi angustia solo l’immane casino che c’è… dopo aver segato ripiani e rivestimenti, c’è polvere di legno ovunque. E cartone. E polistirolo. E scottex usati vari ed eventuali. La cosa mi turba. Oggi ho ammassato un po’ di plastiche e tutto il polistirolo nei rispettivi angoli, dopodiché mi costerà un immane sforzo ma tenterò di persuadere Yuri a fare un paio di giri fino alle campane della raccolta differenziata prima di continuare con i lavori. C’è rischio di silicosi u_u

Sleeping like a sir

Letto finito

Soddisfazioni

In ogni caso, ADORIAMO il nostro letto. Non ho una foto che renda giustizia all’effetto finale e le lenzuola viola sono un pugno in un occhio in una camera tutta verde e grigia, ma siamo stati mezz’ora a rotolarci e a ridere come due cretini gongolanti. E’ bello, è ALTO, è comodissimo. Puzza di nuovo ma domani Yuri vuol fumigare la camera con lo storace, credo. E così, quando finiamo di festeggiare il suo compleanno, andiamo a dormire lì *_____*
Stasera sono rimasta a caseta da sola un paio d’ore, intanto che lui era a strozzo per il mondo ad aiutare technologically impaired people, ma sono stata previdente e mi sono portata da fare; così – ri-finalmente – ho provato l’ebbrezza di sedermi a tavola con il netbook per buttar giù un paio di paragrafi di racconto. Ci sarebbero state bene delle tende perché mi sono sentita abbastanza in vetrina, ma il godimento è stato buono. Quando ci sarà meno merdaccia depositata su ogni minima superficie orizzontale (e anche su qualcuna verticale) andrà ancora meglio.

Magari è una mia impressione, ma ultimamente ho avuto la sensazione di essere sommersa da post sul godspousing e gli Dei patroni. Può essere che sia stata io ad andare ad iscrivermi a blog che parlano praticamente solo di quello. Può essere che sia contagioso, comincia Blogger X a parlare delle sue esperienze e poi Blogger A, B, e C hanno voglia di integrare dicendo la loro… è una cosa che noto spesso su wordpress dove tanti adoperano la funzione “reblogga”. Oppure è semplicemente per via del fatto che non ho le idee molto chiare e l’universo mi viene incontro così, vai a sapere…
Ho guardato un video di Galina Krasskova che aveva condiviso su fb Skayler l’altra sera (nonostante ci sia una vocina dentro la mia testa che mi sta dicendo che ormai di campane su Odino e Loki ne ho sentite abbastanza e sarebbe il caso di orientarsi verso altri lidi inesplorati), e devo dire che sono rimasta colpita da un paio di cose soprattutto… la prima è stata il repentino cambiamento di voce/tono/espressione di Galina quando le è stato chiesto a quale aspetto di Odino fosse più legata. Le è proprio scattato qualcosa dentro, sono rimasta rapita, è passata da appassionata signora cicciottella a bulldog fastidioso pieno di denti a vista, con le narici dilatate come quelle delle foche in emersione. Poi =puff!= è tornata a ridere come prima.
La seconda cosa è stato il discorso intorno al “as you pour yourself into that deity, that deity pours him or herself into you“, menzionando obblighi e tabù; mi ci sono ritrovata molto, il pensiero mi va a tutte le volte che mi sento uno strano fiato sul collo, alla delusione e all’insoddisfazione che mi monta dentro tutte le volte che mi comporto che non fa onore a me né a chiunque si prenda la briga di versarsi in me.
Per il resto non lo so, ho sempre fatto un sacco di fatica a sbottonarmi su questi argomenti via blog, invidio i colleghi e le colleghe che ci riescono senza sentirsi nudi, vulnerabili e anche abbastanza ridicoli; e li invidio perché le loro pagine hanno un buon pubblico!

Non ho ancora deciso dove e come allestirò gli altari nella casa nuova u_u

Una Risposta

  1. Vedere UNA stanza prendere vita in una casa nuova è un’emozione bellissima, ma vedere la camera da letto che si popola del suo protagonista… è di gran lunga la cosa che più di fa dire “Casa”!🙂
    Per il resto infondo c’è tempo. Quando c’è il letto, un tavolo, una cucina e un bagno funzionante il gongolamento è inevitabile!!😉
    Grandi!!

    27 gennaio 2013 alle 22:59

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...