"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Annaffiare con abbondante idromele

Bene, dal 28 di febbraio sono ufficialmente residente per conto mio, venerdì mattina sono stata alla Proprietà Edilizia a firmare il contratto. E siamo riusciti anche a traslocare la Tama nonostante qualche immancabile grana con il filtro (che, ad un bel momento, ha pensato bene di rompersi spandendo in lungo e in largo)😀

Adesso ci avanza un acquario, quello in cui stava Tama prima. Con che cosa lo riempiranno i nostri eroi?

Restando in tema di eroi, fervono i preparativi per la famosa campagna D&D. Dopo il successone dell’incontro preliminare, con Yuri e Sara praticamente non si parla d’altro… ma mentre Yuri ha già preparato qualcosa come DUE PAGINE dattiloscritte di background per il suo mezzelfo ranger, io navigo ancora in mari più o meno alti. Domani siamo liberi, liberi come non ci capitava di essere da settimane perché tra ikea-tours prima, e “scampagnate” tra amici poi, non mi ricordo quand’è stata l’ultima volta che abbiamo fatto una domenica mattina senza sveglia. Per cui, tra i vari mestieri che ho in programma, cercherò di ritagliarmi un po’ di tempo per leggermi il manuale di Eberron.

Anche perché probabilmente domani la mia schiena e le mie braccia grideranno pietà… in realtà oggi il fieno è stato uno sforzo relativo; quello che non avevamo messo in conto è stato liberare dalla neve e dal ghiaccio il cancello della recinzione della casa di Bruno per far passare il trattore. La cosa positiva è stata che ho sudato fuori anche un po’ di cattiveria… cioè, sono arrivata al punto che come mi giro sento stronzate. Credevo fossimo arrivate a raschiare il fondo del barile, ma – come giustamente dice Nicoletta – dopo il fondo si può sempre scavare.
Sbaglio io a prendermela, ne sono consapevole. Perché io tutto sommato stasera vado a letto contenta, con qualcuno al mio fianco, dopo una piacevole serata in compagnia e a conclusione di un paio di giorni molto soddisfacenti. E il fatto che comunque io venga a sapere suddette stronzate (perché ormai la questione sta sconfinando anche al di là del circolo delle persone direttamente interessate, da più parti, e queste terze persone coinvolte non sono tutti perfetti idioti) è sintomo del fatto che sono state riconosciute e riferite per quello che sono: ribadisco, stronzate.
Tipo che mesi fa lo avevo anche scritto… fermati, prima che la cosa diventi imbarazzante. Et voilà. Adesso, sfondato il barile, ci sono rimasti solo i vermi.

Io non ci perdo il sonno, checché ne sia stato detto. E’ già abbastanza ridicolo che qualcuno voglia rivalersi su di me con qualcosa che non mi serve – anzi, che pure mi intriga perché devo preoccuparmi di manutenzione e pulizia – ma che addirittura io debba per l’ennesima volta venire a saperlo da terze parti, ormai è veramente da barzelletta. Facciamo che questo barile lo chiudiamo, lo inchiodiamo, e lo facciamo anche rotolare giù per una scarpata…

Una Risposta

  1. CeleTheRef

    non vale stregare i dadi😛

    4 marzo 2013 alle 00:24

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...