"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Devozioni

Una foto rubata ad Angy questo fine settimana😉

E una foto con il sole, incredibile!
Va e viene – non è che sia proprio una bella giornata – ma è già che non piova o pioviggini.

Ieri sera, con gli altari di nuovo a posto e Yuri fuori di casa, ho deciso che poteva essere il momento giusto per ricominciare a fare delle devozioni e un po’ di serio spirit-working, rispolverando anche il pendolo e il quadrante.
Sono riuscita a trovare un posto decente anche  allo Star Theatre, ed è fantastico lavorare con quell’atmosfera.
Leggendo “Drawing Down the Spirits” ho cominciato a rivedere il mio rapporto – o, in un certo senso, il mio non-rapporto – con la mia divinità patrona. Non lo ritenevo paragonabile al lavoro che faccio con gli Spiriti Guida e soltanto una volta, prima d’ora, m’era capitato che Lei scendesse a partecipare ad uno dei miei riti, prendendo la parola. Suppongo che le cose abbiano cominciato a cambiare da quando ho preso la statuetta.
Quella volta, aveva partecipato di sua spontanea volontà e io mi ero convinta che così dovesse essere sempre – che si sarebbe fatta sentire Lei qualora ne avesse avuto voglia o necessità; non avevo mai seriamente preso in considerazione l’opzione di essere io a chiamarLa se non per chiedere in modo molto generico la Sua benedizione e protezione, come si usa normalmente.
Adesso la questione devozionale mi affascina e voglio approfondire.
Il mio problema primario è che la rete pullula di devoti ad Odino, a Loki, a Ecate, Lilith, Iside, alla Morrigan… non ho ancora trovato nessuno che possa essere fonte di ispirazione a me, in questo; così non mi rimane altro da fare che parlare con Lei direttamente, e farmi insegnare quello che vuole.
Vuole più candele, ad esempio. E le vuole disposte in un certo modo. E non si trova gran che con il pendolo, e quindi mi parla all’orecchio, in un modo che adesso so sia una specie di via di mezzo tra l‘aspecting e lo shadowing.
Non sapevo perché mi avesse detto di prendere la Rosa del Deserto di Yuri e metterla vicino al quadrante, così stamattina ho fatto una veloce ricerchina su Google ed ho scoperto che

può essere usata per dare forza alle proprie dichiarazioni di intenti.

A meno che uno non nasca come “horse” naturale, se vuoi offrirti per l’esperienza lo devi dire. Dichiarare, proprio… così dicono sul libro e così ha detto Lei – e mi ha imbeccato con le parole giuste, che a me non sarebbe facilmente venuto in mente di dire.
Ora sono in una fase di “chi vivrà, vedrà” se ci saranno risultati o meno. Di concreto ho degli esercizi divinatori da fare e mi ci metto più che volentieri, tanto più che sembra un po’ il trend del momento, anche se io non sto puntando molto alle rune ma piuttosto a tarocchi e ogham. E’ comunque un modo per tenermi impegnata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...