"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Momento Zen Cercasi

Notavo che sono arrivata ormai a metà del mio moleskine dei pensierini, quello iniziato il 1° gennaio di quest’anno. Di solito non amo tornare a rileggermi indietro – e comunque non prima che sia passato talmente tanto tempo da avere l’impressione che siano cose scritte da qualcun altro – ma devo confessare che degli ultimi mesi invece sono quasi soddisfatta. Non vado fiera delle mie lagnanze, normalmente, ma alla mia veneranda età finalmente posso dire che anche le rogne hanno una loro dignità. Anche mia madre, quando gliene parlo (anche se non l’ammorbo spesso), ha smesso di giudicarle delle bambinate.
Sabato pomeriggio finalmente è stata una giornata degna di primavera. Sono andata a fare una passeggiata con Laura, siamo partite dal pascolo dei cavalli e abbiamo tagliato per prati e boschi fino in centro a Sois e ritorno, riflettendo su cosa possa esserci di peggio dell’avere a che fare con persone che pur di non prendersi la responsabilità di quello che fanno – o non fanno – colpevolizzano chi hanno intorno. Non sei tu inabile, sono gli altri che sono troppo bravi e ti inibiscono. Non sei tu ad avere un pessimo carattere, sono gli altri che non si prendono la briga di capirti abbastanza. E’ troppo comodo così. Troppo comodo fallire un esame e dare la colpa a chi ha preparato le domande perché non ha scelto quelle (poche) su cui eri preparato.

Comunque sia, prendere aria mi ha fatto un gran bene.
Ieri mattina ero al rustico con mia madre, lei si sistemava la recinzione dell’orto e io stavo seduta sul bordo del pozzetto del bombolone del gas, con una gamella in mano, a tirar fuori l’acqua che s’è infiltrata nel vano delle valvole e a riflettere sul fatto che venerdì sera ho fatto un piccolo rituale in cui mi sono state mostrate altre cose su cui lavorare. Archetipi, totem, animali e piante. Arianrhod è una Regina e un’Iniziatrice, con tutto quello che ne consegue.
Ho trovato anche una vaga ispirazione per un disegno.

Il pomeriggio lo abbiamo passato dai cavalli con Simone e la sua ragazza (una che con i cavalli c’è cresciuta veramente, ogni giorno, si vede lontano un miglio e mi ci inchino), abbiamo mosso Naomi e Isabeau, hanno brucato la prima erbetta e si sono sorbite anche un po’ di striglia e pedicure. Sarebbe ora di ricominciare ad uscire in passeggiata, per sgranchirsi loro e anche noi – che non oso immaginare le mie gambe dopo un inverno di inattività – ma sarebbe ora di ricominciare a fare tante cose. Non sarebbe semplicemente magnifico montare a cavallo, arrivare anche solo in cima alla collina, tirare fuori un thermos di tisana e godersi la vita grama all’ombra degli alberi?
Ovviamente le previsioni del tempo non sono assolutamente ottimistiche e probabilmente peggioreranno già da stasera, ci mancherebbe. Coraggio, arriviamo con il diluvio fino a luglio e poi spariamoci certi pomeriggi da 38 gradi all’ombra, che giochiamo a fare buffet per tafani!

Vabbe’.
La buona nuova di oggi, ad ogni modo, è che sono arrivati altri pesHetti. Gli scalari, finalmente!

Una Risposta

  1. CeleTheRef

    mannaggia li pescetti!🙂 sembra che si siano messi in posa

    invece il felino pare seccato dall’avere la coda a foggia di albero natalizio.😛 bellissimo però

    16 aprile 2013 alle 05:33

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...