"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Nuovi Arrivi – Parte I

Mi rompe che le teche siano in alto sul futuro mobile tv e io non riesca a guardarci dentro senza prendere una seggiola. Giovedì pomeriggio Ivan ha avuto il coraggio di dire “tu non sai cosa vuol dire essere una Nana”… lo strozzo.

Comunque… bah, il Reptiles Day quest’anno m’è sembrato un po’ moscio, m’è parso che non avesse proprio proprio tutto il fantasmagorico assortimento che c’era un anno fa. Certo, serpenti  un’infinità – il tizio di Serpentarium da cui avevamo comprato Vashj l’anno scorso era ancora allo stesso posto con lo stesso tavolo lunghissimo completamente ricoperto di pantherophislampropeltis – tantissime tartarughe (soprattutto di terra) a prezzi veramente porcellosi, profusioni di gechi, camaleonti, pogone varie ed eventuali… ma, per dire, non ho ritrovato quelli che avevano gli scarabei sbrilluccicosi, e anche di insetti stecco c’era poco assortimento. Ma magari è stata una mia impressione perché noi eravamo partiti con l’idea del boa e quindi non ci siamo persi più di tanto a guardare altro. Men che meno i cincillà di La Plata ç___________ç

Alla fine, dopo tanto penare, abbiamo scelto il nostro boa. Anzi, la nostra boa.
E’ una “pastel dream” di due anni, molto bella, pagata poco perché alcune delle “selle” sono lievemente aberranti (Yuri dixit). Io che sono capra e a malapena distinguo un boa da un pitone – figuriamoci un constrictor constrictor da un constrictor imperator – la trovo molto bella E BASTA. E’ anche coccolosa. Credo che alla fine siamo riusciti a giungere ad un accordo sul nome, all’alba delle 23 di questo sabato sera casalingo, e si chiamerà Vespira, per far bene il paio con Lady Vashj.

Cassiel invece è slittato a mercoledì… venerdì non è stato possibile fargli le vaccinazioni e in ogni caso l’allevatrice vuol tenerselo almeno un giorno in più dopo le iniezioni per scongiurare anche il minimo rischio di reazione allergica, per cui se ne riparla all’inizio della settimana prossima. Dopo aver aspettato due mesi, non sono certo due giorni che mi rovinano la vita.

Oddei questa casa è uno zoo.

Una Risposta

  1. CeleTheRef

    eh eh, la popolazione aumenta!
    potresti mettere un cartello fuori dalla porta “attenti al cane (e al pappagallo, e al boa…)” con elencato tutto il bestiame che ti gira per casa.

    e magari un fiocco VERDE per festeggiare l’arrivo della figliola strisciante e un fiocco peloso per il furBetto.

    mi son permesso di preparare queste:



    4 giugno 2013 alle 22:19

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...