"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Nuovi Arrivi – Parte II

Ieri mattina ero veramente partita con l’idea di registrare un videolino per il mio povero canale abbandonato. Giusto qualche minuto di “comunicazioni di servizio” per rendere noto al mondo che non siamo morti (anzi!) e che tutto sommato mi ha fatto piacere ricevere messaggi di incoraggiamento per tornare a pubblicare videorecensioni.
Non avevo fatto i conti con il cantiere aperto che ho proprio sotto le finestre.
Quindi facciamo che, in caso, se ne riparla la settimana prossima.

Nel frattempo… ah, le prime fotille di Cassiel🙂

Andiamo a casa!

Nel trasportino…

Ah, la cuccia morbidosa!

Sono un amore

The little Sleepyhead

Lo è proprio. Un amore, intendo. Decisamente non profuma di mughetto e gelsomino, ma gli abbiamo dato una sciacquata appena arrivati a casa – per togliergli il puzzo mefitico accumulato in due mesi di convivenza con fratellini, sorelline, mamma, papà, zii e nonni vari – e la situazione è notevolmente migliorata. Tanto per dire, ieri pomeriggio Guinness ha cominciato il calore e puzzava MOLTO più di lui. Adesso, se entro in casa e sento tanfo di furetto, so che qualcuno ha fatto caccapipì fuori dalla cassettina (niente che due colpi di Waescher Witt non possano risolvere).
Si sta ambientando velocemente, già ha capito che non deve mordermi a sangue o finisce di filato in gabbia. Stamattina abbiamo preso il caffè insieme, ha girato un pochino per casa e mi ha gratificato della sua prima “Danza della Felicità”… l’avevo letto su Ferrets for Dummies, cominciano a saltare di qua e di là facendo un sacco di versetti. Poi mi si arrampica sulle gambe che vuol venire in braccio, e poi vuole scendere di nuovo.
Non ha neanche problemi di sorta con il cane; stamattina s’è fatto spavaldo, e quando s’è reso conto che Guinness è tranquilla, l’ho visto girarle tra le zampe nella totale noncuranza della cosa. A Pollo non potrebbe fregare di meno, tanto lui sta in ingresso, in alto, su un mobiletto a prova di scalatore, e non hanno orari di libera uscita compatibili.

Il mio congelatore ha tre cassetti: in uno c’è cibo per umani, uno è pieno di quaglie surgelate, il terzo invece ha topi e ratti. Ieri a mezzogiorno il corriere mi ha portato uno scatolone da Rapax Mangimi, c’erano due ragazzine sedute sulle scale giusto fuori dalla mia porta quando è suonato il campanello, se non ho esordito con “oh, il mio paccone di topi morti!” è stato solo merito loro, avevo paura che mettessero in giro voci strane. Mi sentivo particolarmente spiritosa, comunque… insomma, stavo ritirando ratti congelati per i miei serpenti, suonava fico.

Una Risposta

  1. CeleTheRef

    non ti crucciare per il contenuto bizzarro dei pacchi.
    alla peggio ti prenderanno per strega.😛

    il furBetto mi sembra già a suo agio! merito tuo che conosci bene gli animali, e loro sanno che possono fidarsi di te.

    7 giugno 2013 alle 22:01

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...