"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Il bello di Casa Giscard

Un altro episodio della serie “chiedi e ti sarà dato”…

…qualche giorno fa notavo, sulla bacheca di un’amica su Facebook, che aveva appena ‘concluso un affarone’ comprando su eBay un piccolo trofeo di capriolo per la modica somma di 15 euro. Non mi ero mai fatta un’idea di come potesse essere il mercato dei trofei di caccia – sicuramente non per quanto riguarda animali “nostrani” come caprioli, cervi, cinghiali et similia -.
perché da questo punto di vista noi siamo, forse, dei privilegiati. Non mi è mai capitato di dover comprare nessuno dei miei piccoli “trofei”. Per chi si fosse sintonizzato soltanto di recente su questa paginetta…

…il trofeo di cervo ce l’hanno regalato (per un Natale/Solstizio, se non ricordo male, era di qualcuno che se ne doveva disfare), la pelliccia di volpe l’abbiamo ereditata da un nonno di Yuri, il teschio del tasso e quello del capriolo li ho trovati io nel bosco; quello che non si vede (pelli di lepre, piume varie ed eventuali di poiana, anatra, gabbiano, cornacchia, il teschio di un caprone, la testolina di un merlo…) ha provenienze simili – tutte cose trovate in giro, o avute da amici e conoscenti. Mi piace che mi arrivino per le mani così, come un dono, o come messaggio, qualcosa su cui lavorare e riflettere. Fa parte della mia visione spirituale del mondo, dopotutto.
Certo, se mai volessi avere un qualche genere di feticcio di animali più particolari quasi certamente sarei costretta a comprarmelo… ma magari anche no, chissà. Dopotutto Tito, l’amico di Paolo, a casa sua aveva il teschio di un lupo e una pelle di orso, come si suol dire “le vie del Signore sono infinite”.

Insomma, tutto questo per dire che – spinta dalla curiosità – ho fatto un giro su un sito di cui avevo sentito parlare, http://larcadinoe.com. Qui trovate in vendita, al momento, tra le altre cose, crani di cornacchia a TRENTATRE’ euro. Il teschio di un tasso IN OFFERTA a QUARANTOTTO.
Io, ieri sera, ho trovato una cornacchia moribonda nella siepe del giardino del condominio che separa casa mia da casa di mia madre. Stamattina Yuri c’è passato di nuovo davanti mentre faceva il solito giro con Guinness, la povera bestia era morta, lui l’ha portata a casa e oggi pomeriggio me l’ha preparata: abbiamo preso la testa, le zampe e le penne remiganti… man mano che le varie cose saranno pronte non mancheranno le foto😉
GRATIS.
Abbastanza esilarante la scena di oggi pomeriggio, quando è arrivato Simone per la consueta sessione D&D del giovedì: c’era un pentolino sul fuoco che bolliva, e nella vasca da bagno un secchiello pieno di penne nere messe a lavare. Grazie al cielo lui trova intriganti tutte le stramberie di casa nostra… se non altro, continua a venirci senza problemi!

Ad ogni modo, stamattina le paturnie mi hanno fatto fare un bel po’ di montagne russe emotive. La sorte della cornacchia mi aveva leggermente turbato… non sappiamo esattamente che cosa le sia successo, ma secondo Yuri dev’essere rimasta vittima di un altro animale perché aveva qualche segno di lotta sulla schiena e dietro la testa. Ci sono sempre tantissime cornacchie che fanno rumore in questa zona, ma tutt’oggi ho avuto l’impressione che gridassero più del solito. Ad un certo punto, poi – mentre ero in dormiveglia, credo – mi è parso di sentire un verso acuto come lo stridio di Cassiel quando il cane lo mette alle strette. Ma Guinness era sul letto con me, e quando mi sono alzata per andare a controllare fufino l’ho trovato che dormiva pacificamente sulla sua copertina-morbidina, in gabbia.
Ho pulito casa da cima a fondo, ho acceso il fornelletto bruciaessenze in salotto, ho persino preparato una candela con il disegno della sagoma di un corvo da accendere sull’altare come segno di rispetto e gratitudine; alla fine ho ritrovato una discreta pace interiore e mi è venuta persino voglia di farmi un caffè.
Stupidi ormoni, ridatemi il mio senso di intimo tepore.

2 Risposte

  1. Dorilys Vigdis

    Noto con piacere che siamo giunte alle stesse conclusioni. Io credo profondamente nel “chiedi e ti sarà dato”, non capisco molto il fatto di dover acquistare. Ma poi, stic***i, ognuno agisce come crede. Da stregadicittàchevorrebbevivereincampagna, dico che se devo trovare qualcosa la troverò nelle mie gitarelle. Per ora niente, piume e pelami vari, niente di incredibilmente stregonesco. Aspetto le foto GRATIS!

    4 luglio 2013 alle 23:29

    • Cose da stregadicittàchenonmollalacittàmavuolcomunquefarelastregadicampagna… ealloracomprasuebay😄

      4 luglio 2013 alle 23:40

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...