"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Domenica 15

Ho un debole per il cappuccino solubile al cacao –  e per quello alla vaniglia, ma qui in Italia non si trova tanto facilmente (figuriamoci…. come la Viennetta alla menta…). Mi ricorda quando avevo 18 anni e mi sono fatta il mio primo campeggio indipendente con la Vale, forse è addirittura stata lei a trascinarmi sulla via della perdizione. Cattivo Nescafè, cattivo, tu e quel tuo spot godurioso con la tizia seduta in contemplazione sotto il porticato con la tazzona rossa in mano… è colpa sua se poi ho cominciato a farlo anch’io, fuori dal rustico, soprattutto in quelle mattine un po’ brumose con l’umido che arriccia fin le pagine dei libri.

Stanotte ho sognato che c’era un negozio di cinesi che vendeva un pinguino reale, vivo, che abbracciava tutti. E c’era anche James May, quello che conduce TopGear UK.

Domenica raminga, anche quest’anno Sport in Piazza mattina e pomeriggio (e che mi sono saltata la partecipazione al Dolomiti Open Air perché ci ho preso troppo gusto a star a casa in solitudine a leggere); comincerò a premere per avere anch’io almeno la t-shirt di Sala con scritto supporter e magari una battuta sagace sul genere “impugno a 2 mani”. Poi aperitivo in compagnia. Stasera pizza a domicilio perché ci pesa il Qlo, ho un sonno fotonico ma devo assolutamente mettere un po’ a posto in casa perché da domani cominciano i lavori sulle manopole dei termosifoni e quindi potrebbero capitarmi operai a sorpresa tra capo e collo in qualsiasi momento per i prossimi 20-25 giorni. Conto però che, visto che non sono in tanti a restare a casa la mattina come la sottoscritta, potrei quasi avere la fortuna di essere una delle prime, e togliermi il pensiero.
(Le ultime parole famose?)
Detesto la prospettiva che la gente mi entri in casa… il cane abbaia, i polletti strillano, e non mi va che si facciano strane idee di cosa stia nelle teche o nella mia libreria, sulla mia collezione di fatine, di teschi, piume e pellicce di animali, la rastrelliera con delle spade, l’arco e la carabina, coltelli e corni sparsi in ogni dove. Scommetto che nemmeno uno dei nostri vicini di casa di colore ha un armadio pieno di roba voudoun per fare il paio, mannaggia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...