"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

PIENilunio

Finalmente ci siamo, oggi pomeriggio sono arrivati i fottuti operai e poi non ci pensiamo più. Per colpa loro ho dovuto nascondere Puzzino in un cassetto.

Puzzino, povero, fino a ieri sera giaceva ancora abbandonato in uno scatolone in cantina, sempre con un corno ballerino (quello da cui il vecchio pendolo in metallo non è mai uscito, tra parentesi). Venendo su dal garage sono passata a prendermelo, me l’ha fatto tornare in mente il teschio di pecora-elefante di Fe, e stavolta il corno gliel’ho sistemato con pattex millechiodi come fosse malta da muratore, altro che colla a caldo, poraccio. Tanto quel pendolo l’avevo trovato ne L’Arte della Divinazione, non mi è mai piaciuto particolarmente.
Non sto nemmeno ad apparecchiarmi un minimo l’altare per stasera, finché non hanno finito di lavorare sui miei radiatori. Oggi ho voglia di vino e lavanda.

In uno spaccato di “vita da strega” quasi perfetto, ci sono io che vado a prendermi dei libri dalla mensola e comincio a sfogliarli in cerca di idee per festeggiare la Luna del Raccolto.

Allora, la mia riflessione di stamattina è stata la seguente – tanto per restare in tema di rapporti interni alla comunità neopagana italiana: seguo un blog di una ragazza di cui, generalmente, mi fa molto piacere leggere. Ultimamente però ho notato che in alcuni post “divulgativi”, chiamiamoli così, a proposito della festa di Mabon ha scritto un paio di nozioni inesatte.
Situazione capovolta, quindi, laddove uno si aspetterebbe che il pagano italiano medio spocchioso si lanciasse nella correzione più appassionata perché AH AH! IO NE SO PIU’ DI TE! io invece mi faccio mille scrupoli anche quando so che, ad ogni modo, anche un qualsiasi almanacco potrebbe darmi ragione. Non voglio fare la suocera saccentona. Sono anche abbastanza abituata ad avere a che fare con gente che spesso non si rende conto di capire fischi per fiaschi, e di solito finché sono scemenze (per lo più ortografiche o linguistiche) mi dico che non ne vale nemmeno la pena.
Il fatto è che comunque, con tutta la buona fede del mondo, questo crea ignoranza. Perché se uno comincia a spulciare il web e legge che Mabon “è l’ultimo Sabba dedicato al raccolto” (mentre invece anche Samhain lo è – NdR) molto probabilmente finirà con il prenderlo per vero, perché altrimenti nessuno si sarebbe disturbato a pubblicarlo. E invece no. E invece succede che stiamo parlando di internet e ognuno è libero di scrivere qualsiasi cosa, anche che la Terra è un buco con la menta intorno.
Possiamo dire allora che anch’io creo passivamente ignoranza?

Eh, lo so, sono problemi.

Una Risposta

  1. Faye

    Io credo che sia giusto, in un caso come quello che hai citato tu dove c’era comunque un’informazione inesatta, segnalarlo. Se poi si passa per saccente sapientone pazienza, io credo che ne sia valsa la pena, perchè come dici tu, internet è un mondo libero dove ognuno può scrivere ciò che vuole e una mandria di pecore possono prenderne atto senza domandarsi se questa informazione sia veritiera.
    Anche perchè, pure la persona più brava e più colta può sbagliare, io non la prenderei sul personale, ma piuttosto come una critica costruttiva che mi porterebbe, in futuro, a ricontrollare meglio quanto scritto, perchè se io pubblico qualcosa sul mio blog e so che ci sono persone che lo seguono, mi rincrescerebbe sapere che una o più persone siano poi convinte che quella cosa che io ho detto, sbagliata perchè non sapevo di mio che fosse sbagliato, sia esatta.

    Da questa riflessione, potrei far nascere un post del mio blog.. ecco, si!😉

    20 settembre 2013 alle 07:22

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...