"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Principianti

Sarò breve: nel giro di questa ultima settimana (e poco più) ho avuto il cane con la gastrite, discussioni esistenziali con Yuri, poi è mancata la mamma di Sara e infine anche una zia di Nicoletta. No, non ho sentito particolarmente lo spirito di Beltane e mi sono persa per strada anche un paio di giorni della 100 Happy Days Challenge, perché sforzarsi di vedere sempre il bello nella vita va bene, ma arrivati ad un certo punto pareva quasi più un’ostentazione.
Adesso le cose dovranno un attimino assestarsi, ma insomma dai, già ieri siamo riusciti a trovarci tutti quanti per un tè-per-le-lunghe e sì, passerà anche questa, con tutte le paturnie del caso.

Sono passati 13 anni dalla mia iniziazione, m’è venuto in mente ieri, parlando con Sara che è stata a trovare una sua cugina che è stata in classe con me per i primi 3 anni delle superiori; si ricordava di me per essere stata una “tutta elfi, fate e lupi”… lupi non so dove, avevo giusto una maglietta che poi ho regalato al morosetto di turno quando avevo 16 anni perché tanto a me era enorme, ma tant’è. “Roba di dieci anni fa”, ha detto. Eh, anche di più, mannaggia la vecchiaia incalzante.
Ho un po’ di nostalgia. Ad un certo punto giovedì sera dal nulla è spuntata Isabella… o, meglio, la mail aveva la data del 22 aprile, poveraccia, sono io che controllo quella casella una volta ogni morte di Papa; comunque sia ci siamo scambiate il numero di telefono e abbiamo smessaggiato un po’ via Whatsapp riesumando i cadaveri migliori di quegli stessi anni, la parte felice della mia (ma mi azzarderei a dire anche della sua) adolescenza. E dire che io, della mia adolescenza, non mi posso proprio lamentare.

Come buon proposito di questo “nuovo anno”, chiamiamolo così, vorrei trovarmi dei principi. Princìpi, intendo. Ci pensavo perché, com’era prevedibile, in questi giorni la mia bacheca di faccialibro si sta affollando di foto del Beltane di Masserano… ma adesso c’è tutta la polemica intorno al progetto per l’articolo 8; per la prima volta, credo, in vita mia, mi sono trovata d’accordo con un articolo pubblicato da Simeoni (e siamo a quota tre segnali che l’Apocalisse si sta avvicinando!) a proposito della redazione di Santità, e in tutto questo la gente continua a (sovr)affollare il Parco Arcobaleno, per il glorioso smalto di Ossian, perché fondamentalmente non ci sono alternative altrettanto valide in giro. O almeno questo è quello che mi piace credere, per evitare di prendere in considerazione l’idea che la parte ganza sia quando si pianta la tenda e si beve come ragazzine con problemi di accettazione sociale. Non so, a me a Beltane è sempre piaciuta più l’idea della camporella, sarò fatta strana.
Comunque, tutto questo per dire che mi sento in leggera crisi di valori. In generale. Io e la meritocrazia abbiamo sempre avuto una relazione complicata.

Ho cominciato a tenere un piccolo diario in inglese, confinato in un’app del tablet per ora… Ma è per vincere la pigrizia, e adesso che ci ho preso la mano vado con una certa disinvoltura, tanto che potrei seriamente prendere in considerazione l’idea di pubblicare da qualche parte. Ho scoperto che ci sono app (per lo meno, per Android di sicuro) tramite cui si può condividere i post con gli altri utenti della stessa app; se ne trovassi una che non sia popolata da emo teenager americane ci farei un pensierino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...