"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Se son rose, van benedette

Insomma, ieri era Santa Rita da Cascia, patrona delle cause impossibili, delle donne dal cuore infranto e delle mogli che subiscono abusi. E anche della Nonna2, che le è tanto devota.

Così devota che ieri mattina alle nove eravamo in chiesa a Mussoi (noi e circa altre 6-7 persone in tutto) per la benedizione delle rose. Perché, nel caso in cui non lo sapeste, qualche mese prima di morire la futura santa Rita chiese ad una sua cugina di portarle in convento una rosa e dei fichi che crescevano nel giardino della casa in cui era vissuta prima di farsi suora; il problema era che era gennaio, e la cugina ragionevolmente dubitava di trovare rose e fichi in giro. E invece…

Però non ho ancora visto la benedizione dei fichi.

La Nonna2 ieri aveva rose per tutti. Ne ha date tre anche a me, una per me, una per mia madre e una per mia nonna, ed erano due color rosa carico e una rossa. Avevo già in mente di lasciarle tutte a casa di mia nonna… quando una voce nella mia testa – la Sua – ha reclamato quella rossa. Ho pensato che, tutto sommato, nell’ottica delle madri che desiderano la morte dei propri figli, Lei e Santa Rita hanno almeno una cosa in comune.

La rosellina era di pessima qualità e già oggi pomeriggio l’ho tolta dall’altare e l’ho buttata… ciò nonostante qualcosa è successo – e per creanza non scendo nel dettaglio, ma è stata una strana sorpresa, degna di una “causa impossibile”, in un certo senso.

Ho sonno e sono piena di sushi… ma il blog andava rianimato. Devo assolutamente riprendere il ritmo e non perdere per strada pezzi di tutti i ca22i e mazzi che sto seguendo al momento…

Una Risposta

  1. Maria Rosa

    E così ci incuriosisci… Penso che la Dea possa anche servirsi di una rosellina per farci crescere spiritualmente. Metto tutte le religioni alla pari, poi ognuno deve scegliere il percorso che sente proprio. Fai benissimo a continuare col blog, siamo in tanti a seguirti!

    25 maggio 2014 alle 08:30

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...