"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Urge detox su tutti i fronti

  Sono BoS-demotivata. Guardo la quantità immane di materiale più o meno interessante che sto accumulando tra LE librerie ed i files salvati qui e lì sui vari devices (…mi fa male ascoltare videotutorial su YouTube…) e l’idea del BoS mi sembra deprimente, inutilmente laboriosa e poco pratica. Lo so che è tradizionale. Lo so che fa figo. Lo so che un domani i miei eredi sarebbero più che felici di bullarsene. Ma sono PIENA di libri.
Così domenica pomeriggio – avevo tra l’altro appena finito di trascrivere sul mio terzo BoS un paio di incantesimi con Mortaio & Pestello presi dal Grimoire di Grimassi – lo sconforto mi ha spinto a cominciare a pensare a qualcosa di più efficiente. Ad esempio ad un database, accessibile anche da cellulare e tablet, in cui indicizzare rapidamente quello che mi interessa con indicazioni sul libro e sulla pagina a cui reperirlo in caso di bisogno, e magari delle note relative alla tradizione/pratica di appartenenza.
Così Yuri, nei tempi morti, ha cominciato a lavorare per me ad un “BoS Cloud” online, con la possibilità di abilitare anche altre persone alla consultazione e all’inserimento delle voci, nel caso in cui partisse una collaborazione fra Bruts. Nel frattempo io sto prendendo note cartacee sulla mia agendina da viaggio.

Mercoledì sera una delle ragazze che seguo su Instagram parlava di un’app sul genere “Dream Journal” che però io sull’App Store non ho trovato. In compenso ho trovato “Intuition Journal” (a pagamento, ma mi vergogno a lesinare su 3 euro quando una cosa mi ispira) e l’ho scaricata. È carina, ha un tot di esercizi e writing prompts che si possono sfruttare quando manca l’ispirazione. Ad esempio, giovedì mattina ho pescato la mia Carta del Giorno ed era il Father of Pentacles – dal mazzo dei Wild Unknown naturalmente – che consigliava un atteggiamento distaccato, riflessivo, da osservatore d’alta quota. Guarda caso, anche l’Intuition Journal propone un esercizio che chiama “Be an Observer”… quindi mi sono tenuta impegnata così, concentrandomi su di me, sui segnali che mi mandavano il mio corpo e la mia mente.
La verità è che voglio provare tutto quello che trovo. L’anno scorso non ho neanche tenuto il Barattolo delle Cose Belle… quest’anno voglio inaugurarlo con la pelle di renna; venerdì Yuri ha ripreso scherma e quindi ho avuto una serata di solitudine per provare il mio primo viaggio.
E wow. WOW. Oh, è stato come tornare, come finalmente funzionare di nuovo.

Ora l’unica cosa di semi-impellente da fare è disintossicarsi dagli strafoghi natalizi. Ci mettiamo d’impegno sia io che Yuri, lui comincia ad andare a correre la mattina con uno dei Luca, e io ho appena comprato un buon paio di scarpe da trekking per cominciare ad andar via assieme a mia madre, su e giù per le montagne, come ai bei tempi. Per far ripartire il metabolismo. Poi frutta e verdura e cibi leggeri, ad orari ragionevoli, per l’amor del cielo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...