"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Marzo pazzerello (internarci tutti sarebbe bello)

Amo il Nespresso. Lo so che non è mai bello comprare da Nestlè, ma amen, crocifiggetemi… io alla mattina ho bisogno di forti motivazioni, e la mia Santissima Trinità si compone di Vanilio, Caramelito e Dulsão do Brasil quando mi sento un po’ signorina. Il Ciocattino invece mi ha un po’ deluso.
Comunque le capsule sono completamente di alluminio, quindi le lavo e le butto con la differenziata, ecologicamente parlando sono sicuramente meglio delle bustine del cappuccino solubile.

Mercoledì mattina era primavera, giovedì mattina nevicava. Venerdì era bello, sabato sera tuoni e lampi. Ci decidiamo? Se mi ammalo di nuovo, mi sparo.
Le carte continuano a segnalare un cambiamento positivo in arrivo, e io ci sto sperando con tutte le mie forze perché è stata una settimana al limite dell’esaurimento, tra AdM ed exploit di Idiozia Maxima su più fronti. Il Vecchiaccia Award stavolta l’ha vinto venerdì o sabato, non ricordo… quando m’ha detto che non telefonerà più all’amministratore di condominio quando gli inquilini del piano di sopra fanno casino, perché «dopo la storia dell’asciugamano, ha paura che la prendano per una vecchia pazza». E questa NON È la cosa più idiota che io abbia sentito o letto negli ultimi sette giorni.
Ho finito la pazienza, a momenti avrei preso a sberle anche i pappagalli.
Così mi ritrovo di nuovo in una condizione di “sospensione”, come se stessi aspettando che succeda qualcosa, magari anche solo che arrivi davvero la primavera.
Probabilmente ho passato tutto il tempo a pensare a scavare per cercare di venire a capo di quello che era venuto fuori durante la tavolata, e mi sono semplicemente incattivita per la frustrazione per tutte le cose che mi sono persa per strada… ma suppongo che dovrei esserne contenta, se questo significa imparare dai propri errori.

Oggi ho visto una cosa carina su Instagram: una ragazza che seguo ha istituito una specie di “Club del Libro” in cui, alla fine di ogni capitolo (adesso stanno leggendo Donne che corrono con i lupi), propongono alcuni spunti per una lettura di tarocchi/oracoli. Donne l’ho già letto anni fa, ma lo rileggerei volentieri, è che non ce la farei mai a mettermi in pari con loro ormai, tanto più che voglio comunque finire il libro che ho in corso in questo momento (Il Trattato sulle Fate di Ismaël Mérindol, per la cronaca). Aspetterò il prossimo giro. Tra l’altro sto valutando quel programma di Amazon “Kindle Unlimited”, con 10 euro al mese leggi gratis un sacco di titoli per Kindle… Mi stuzzica parecchio. Finora quest’anno sono riuscita a leggere con un buon ritmo – rispetto all’anno passato, quantomeno! – se vedo che riesco a mantenere lo standard, potrei pure investirci. Vediamo. Vediamo questi fantomatici cambiamenti in arrivo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...