"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

FarFalli

C’è un intero ripiano della nostra libreria in corridoio su cui sono stipati dei libri che mi ha regalato una mia ex-collega di quando lavoravo in fabbrica, perché se ne voleva disfare. Tutti sul genere young adult, così a naso, e presumibilmente di sapore horror/gotico/urban fantasy. Dico “presumibilmente” perché ormai sono passati almeno 3 anni e non ne ho ancora letto nemmeno uno… fino a qualche giorno fa. Ho preso in mano il primo (e intendo proprio il primo della fila, quello che stava più a sinistra) e mi sono detta che, massì, dai, come “lettura leggera” ci poteva anche stare.
Farfalle Nere di Tara Bray Smith.
Come ha ben detto Yuri, è quel genere di libro che mi sarebbe piaciuto a quindici, sedici anni. Ma un po’ tutto il genere, immagino, mi sarebbe piaciuto a sedici anni se non fossi stata troppo presa da altro fantasy con più Elfi, Draghi e Maghi. Perché Yuri non mi badava quando leggevo Sweep o la saga di Circle of Three.
Sono ripiombata nella spirale della finta nostalgia adolescenziale e l’Universo mi punisce mandandomi le spese condominiali più la bolletta dell’Enel maggiorata del canone tv per ricordarmi che sono più adult che young. Here comes the salasso!
Però abbiamo barato con la busta paga, mi faccio segnare le ferie in agosto.

Ho avuto nostalgia della mia stanza; no, meglio: ho avuto nostalgia di quando la mia stanza mi faceva pena e sognavo quelle grandi camere da letto con il bovindo (o l’abbaino) e il lettone a due piazze come ce l’hanno i teenager americani nei telefilm.
Dopo tre anni che non chiudo più una porta in casa tranne quella del bagno o della cucina quando faccio fritto, mi domando un po’ come mai non abbia ricordi claustrofobici del bugigattolo che era camera mia. Ricordo pomeriggi e serate piovose passate sul letto a leggere finché mia madre non chiamava perché era pronto in tavola. Non mi ricordo più la sensazione che la vita facesse abbastanza schifo, ma mi ricordo che all’epoca lo pensavo spesso. Se questo è l’effetto dei primi sette capitoli di Farfalle Nere, non oso immaginare quando arriverò in fondo allo scaffale.

Domani è Lughnasadh, e potrei decidermi a filtrare e imbottigliare l’oleolito di iperico. Con Limoni e Kokki ci vediamo sabato, che poi sarebbe anche il mio =ARGH= compleanno.
Questa settimana hanno fatto la muta Pitonepalla, Porcelletto, Baboon e persino Peletti – la sua prima, da quando è con noi. Dà un sacco di soddisfazione la muta di Peletti, sembra un’altra tarantola. Per quanto non possa dire che quest’estate balenga mi dispiaccia (sento che pagherò molto cari questi sbalzi di temperatura, ma quando la sera a letto si sta bene con la copertina è tutta goduria) mi sento già alle porte dell’autunno. Non tanto “Primo Raccolto”, facciamo anche già il secondo. Avevamo in programma una grigliatina Walpurgis per oggi a pranzo, più un piccolo prequel ieri sera con pizza e falò… alla fine la pizza siamo andati a mangiarla in pizzeria perché ha cominciato a diluviare, poi ci ha concesso un paio d’ore scarse di tregua per riaccendere il fuoco, assaggiare il liquore alla maggiorana “che fa fare bei sogni”, arrostire un pacco di marshmallows e poi ha ricominciato. Stamattina in principio ha diluviato un altro po’, poi è uscito il sole e abbiamo avviato le griglie, poi è ricominciato il temporale – e noi eravamo molto sommariamente al coperto – e alla fine verso le cinque del pomeriggio è uscito di nuovo un sole cocente, giusto perché ormai eravamo tornati tutti a casa. Ed io mi ero addirittura messa su un tè per aiutarmi ad entrare nell’ordine di idee di cominciare a stendere questo post.
#fottutamontagna

Una Risposta

  1. Che ci sia sole splendente o pioggia battente, beccati questo audio demente.

    Buon compleanno! Fatti un altro giro su questa gran giostra roteante!🙂

    [audio src="http://www.mediafire.com/download/leldpa1baxsizke/COMPLE+GIULIA+2016.mp3" /]

    5 agosto 2016 alle 22:27

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...