"Thro' evening shades I haste away / to close the labours of my day."

Vicissitudini

Alla fine credo che potrei anche assecondare la vena polemica a cui insisto nell’attaccare flebo quotidiane di facebook. Perché no?
Allora ieri mattina le “artigiane” della mia rete di contatti parlavano di prezzi, tariffari spropositati e cinesate scandalose. A parte rari casi di attività regolarmente registrate, stiamo parlando di persone che si lamentano di (mancati) guadagni in nero, individui che si riforniscono da grossisti di professione e a cui entra un guadagno – più o meno consistente – al netto dei costi di fabbricazione e basta. Insomma, il loro fornitore le tasse le deve pagare, loro no.
Che senso ha lamentarsi quando si vive di espedienti? Fate quello che volete, quando volete, non avete nessuno che vi controlla per qualità, quantità, calmieramento (se mi si passa il termine)… fate qualcosa che vi piace, e ricevete soldi. Pretendere anche di riuscire a camparci comincia ad essere un po’ troppo idilliaco, no?
Non sono nemmeno d’accordo nel definirlo “lavoro”, per rispetto a chi ha la propria meschina partita iva, quindi tutte le varie sfaccettature degli “ultimamente ho parecchio lavoro ” mi fanno abbastanza sorridere. Quando sarà ora di contare gli anni di contributi, da quando partite?

Oggi è una giornata strana.
Ho vaghi ricordi di aver sognato che raccoglievo pulli di cornacchia caduti dal nido, e che ce li rimettevo soltanto per poi scoprire che si mangiavano le uova di un piccione. Mi ha fatto pena il piccione e ho salvato l’ultimo uovo ancora intero, me lo sono messo al caldo sotto la giacca. E poi stamattina, nella lettura quotidiana della colazione, ancora un anatroccolo, un corvo e un cigno. Mi sto perdendo per strada, lo sento.
Ad ogni modo, ho accompagnato la NonnaDue al suo battesimo dell’EuroSpin e ci ha lasciato lì qualcosa come 112 euro di spesa. Spesa normale, intendo, non certo il televisore Samsung da 40 pollici superscontato che in effetti a noi farebbe comodo in soggiorno. Però è rimasta di buon umore tutto il tempo, e alla fine, prima che me ne andassi, ha voluto un bacio, un abbraccio e mi ha detto che alla fine sono sua nipote pure io.
Nonostante le belle premesse, comunque, la giornata è finita con un’uscita fuori programma dal veterinario… sono due giorni che Guinness mangia poco, e ieri pomeriggio prima di andare a giocare da Ivan mi sono accorta che aveva delle perdite scure, ma non come se fossero strascichi del calore (finito da poco), e per niente attinenti con il richiamo della vaccinazione (fatta la settimana scorsa). Così ieri sera abbiamo fatto qualche lastra ed uno striscio vaginale – io avevo anche pensato alla piometra, ma non ci sono i sintomi, e non avendo mai partorito Guinness non dovrebbe avere la cervice aperta e di conseguenza le perdite – e stasera la riportiamo per un’ecografia e una visita con un veterinario più specializzato. Anche se non ci hanno fatto alcun tipo di allarmismo, personalmente non vedo l’ora di andare a questo benedetto appuntamento per togliermi il pensiero; restare nell’incertezza è frustrante. In ogni caso lunedì poi saremo lì un’altra volta, per fufo, per far vedere alla Chiara che l’occhietto è guarito bene… e stavolta mi porto qualcosa da fare intanto che aspetto, perché ieri sera avevamo appuntamento alle 9:30, ma ci sono passati davanti e quindi siamo rimasti ad aspettare fin oltre le 10.

Mi sono addirittura persa Mistero. No, intendiamoci ù_ù

Nota positiva: è arrivata la corvoborsa che Yuri mi aveva ordinato da Wulflund, ed è anche meglio di quanto non mi immaginassi *_* è bella tosta, in tessuto tipo jeans, e HA LA CERNIERA. Niente più scippi di fazzoletti da parte di furetti molesti (per non ipotizzare casi peggiori). Facchièah!

2 Risposte

  1. Dorilys Vigdis Varganna

    posso fare un commento cattivo così, gratis? Ma solo io ho notato che molti vendono la stessa roba nello stesso tempo? Prima orda di bottigliette, poi mute di pentacoli e ancora eserciti di roba in fimo. Sarà che si copiano a vicenda o i misteriosi fornitori dagl’occhi a mandorla vendono queste cose a periodi? A me sembra di vedere sempre le solite cose.😄

    29 marzo 2014 alle 20:31

  2. No, Dorilys, me ne sono accorto anche io! Spacciano sempre le stesse cose… poi perchè “commento cattivo” è la pura e semplice verità🙂

    30 marzo 2014 alle 19:54

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...